domenica 10 luglio 2011

CHRISTENING CAKE....BATTESIMO DI MIO NIPOTE


Questa è la storia di una fatica estiva, due settimane di ferie in cui avevamo deciso di staccare da tutto e tutti, visto che non lo facevamo da ormai due anni, però in mezzo alle nostre due settimane di ferie c'era l'unico giorno in cui mio fratello e la sua compagna potessero battezzare il loro piccolo Riccardo. Ovviamente noi non avremmo rinunicato alle ferie, ma nemmeno al Battesimo, soprattutto perchè io, insieme all'altro mio fratello sarei stata la madrina, quindi senza perderci d'animo siamo partiti da Verona alla volta dell'isola d'Elba, dove avremmo trascorso una settimana, ma nelle valige, oltre ai costumi e ai teli da mare, ho messo anche gli atrezzi principali per una torta, pur non avendo idea di come l'avrei realizzata.
Giovedì scorso è finita la splendida settimana all'Elba tra il completo relax super meritato e la gioia immensa di rivedere i nostri amici isolani Marco e Frida  e di conoscere il loro piccolo Diego.
Siamo partiti da Piombino, direzione Senigallia, a casa, casa dei nostri genitori e fratelli, con una tappa per me molto importate a metà strada, un invito a cena a casa di una persona speciale, l'emozione di essere lì con tutta la mia famiglia e di comprendere tante cose, grazie!
Giovedì notte siamo arrivati a Senigallia e venerdì mattina mi attendeva un lungo lavoro: 40 biscotti segnaposto e...una torta per 40 persone con relativi decori.



Ho cercato di immaginare nella mia testa come avrei voluto la torta, per iniziare direttamente con le idee ben chiare e sapere che cosa fare, ma devo ringraziare mia madre che aveva preparato già tutte le basi e impastato la pasta per i biscotti sotto mie direttive telefoniche ( povera l'ho caricata di un'ansia...).


E' stata una fatica tremenda lavorare la pasta di zucchero con questo caldo e con l'umidità che c'era, ma ho lavorato in fretta davanti ad un ventilatore, che evitava che la pasta di zucchero fosse eccessivamente molle, ma nello stesso tempo me la seccava, quindi ho dovuto velocizzare ogni movimento.
Sinceramente non so nemmeno io come ho fatto a finire tutto entro sabato mattina, già perchè il pomeriggio dovevo pure girare per negozi per comprarmi un abito adatto all'occasione, ma sono soddisfatta, nonostante la grande fatica.





Questi sono i biscotti segnaposto, anche questi realizzati tra venerdì e sabato mattina, davvero un tour de force, ma adesso...riprendono le ferie.

A presto

tamara