martedì 27 ottobre 2009

...

Un piccolo post per dire quanto sono indignata e schifata, vi chiedo dunque di leggere QUI, QUI e QUI.

Io ho commentato i loro post così:
altro non riesco davvero a dire e per il momento nemmeno a pensaremi sto leggendo tutto e ....................che schifo!Non riesco proprio a dire altro.............ma possibile? se lo metti in rete è di tutti?ma stiamo scherzando?no no no sono troppo arrabbiata mi fa schifo, nessuno mai ruberà le mie ricette, nè le mie foto, di sicuro non degne di una trasmissione televisiva, nè di un quotidiano, ma qui ci siamo tutti in gioco, tutti tutti tutti.SI sono violati dei diritti e questi diritti ritengo siano anche miei.
Aggiungo che lo schifo sta nel fatto che chi copia ci lucra, mentre chi lo fa per hobby o per passione non ci guadagna, quindi lo schifo è doppio, copiare da chi senza guadagno si attiva per fare e guadagnare con cio' che si è copiato.

lunedì 26 ottobre 2009

CIAMBELLE COL MOSTO DELLA MIA MAMMA

Image and video hosting by TinyPic


Le ciambelle col mosto evocano nella mia mente tanti bei ricordi di autunno, la vendemmia, il vino, il profumo del mosto e il forno a legna acceso e riempito con queste ciambelle all' uvetta, all'anice e senza niente per me che non amo nè anice nè uveta.

Io mi sono accontentata di schiacciare un po' d'uva e di lasciarla fermentare per una mezz'oretta, ma sono riuscita a percepire gli stessi profumi di casa di mia madre e questo è l'importante

... e purtroppo mi sono anche dovuta accontentare del forno elettrico, pero' so che lo stesso giorno mia madre le stava facendo nel forno a legna e me ne ha congelate un po' che mangero' nei prossimi giorni.

Questa è la ricetta che ho copiato dal quaderno di mia madre, che a sua colta copio' dal quaderno di mia nonna, proprio l'altro giorno pensavo al quaderno di mia nonna, chissà se esisterà ancora? Chissà se mia zia lo guarderà ogni tanto? Chissà............dovrei chiedere notizie..


3 kg di farina

3 uova

600 g di olio d'oliva

700 g di zucchero

400 g di lievito di birra

900 g di mosto

Io ho ovviamente trasformato tutto alla portata del mio forno, quindi:

500 g di farina, 1 uovo,

100 g di olio d'oliva,
116 g di zucchero,

66 g di lievito (io ho voluto fare la prova e ci sono riuscita, ne ho messi 40g ed è lievitato benissimo l'impasto ),

150 g di mosto

L'esecuzione sul quaderno di mia madre non c'è, perchè si da tutto per scontato, ma si fa così:

impastare tutti gli ingredienti insieme, sciogliendo il lievito nell'olio leggermente intiepidito, formare una palla e mettere a lievitare fino al raddoppio , di solito un paio d'ore, io con meno lievito l'ho lasciato comunque due ore, ma nel forno che avevo riscaldato a 30 gradi.

A questo punto se si decide di emttere l'uvetta o gli anici (precedentemente ammollati) si aggiungono all'impasto.

Formare le ciambelle con il buco (che poi puntualmente con la lievitazione si chiuderà) e lascair lievitar eancora fino al raddoppio, infornare per 25 minuti a 200g in forno ventilato, o comunque finchè non divenmtano dorate.

Con questa ricetta finalemnte riesco a partecipare al giochino che Paoletta ha organizzato sul suo blog, era da un po' che ci pensavo, ma non riuscivo mai a trovare il tempo per realizzare queste meravigliose ciambelle.

domenica 25 ottobre 2009

TORTA DI MASCARPONE AL SAPORE DI CAFFE'


Oggi è domenica e reduci da una gita a Merano, soprattutto culinaria, con la mia amica Fastidiosa e il suo compagno, ho riacquistato la voglia di fare e di creare, sicuramente il fatto di aver cambiato aria mi ha fatto bene e quindi eccomi qui.
Il pranzo è stato divorato e quasta è la soddisfazione piu' grande, ma di quello vi parlero' piu' avanti, ora iniziamo dal dolce.

Image and video hosting by TinyPic
INGREDIENTI
PER LA BASE
150g di biscotti secchi
un pizzico di cannella
20 g di burro
PER LA TORTA
1 cucchiaio di farina
3 cucchiai di cacao
370g di mascarpone
20g di burro
80g di zucchero
2 uova
1 cucchiaio di caffè
cacao amaro per decorare
Mettete i biscotti nel mixer insieme al burro ammorbidito e tritate, disponete il composto sulla tortiera (22 cm di diametro), schiacciate bene e ponete in frigo.
Lasciate il mascarpone ed il burro a temperatura ambiente e lavorateli in una terrina con una frusta, aggiungete lo zucchero e continuate a lavorare fino ad ottenere una crema belal gonfia.
Aggiungete le uova e unite il cacao e la farina setaccaiti insieme, aggiungere il cucchiaio di caffè e mescolate bene la crema.
Versate tutto nella tortiera con la base di biscotti e infornate per 40 minuti a 160°, quando la torta sarà cotta spegnete il forno e lasciate raffreddare la torta all'interno del forno.
Mettete in figo e prima di servire cospargetene la superficie di cacao.
Io l'ho fatta la mattina e servita dopo pranzo, ma è meglio se fatta il girono prima.

giovedì 22 ottobre 2009

TORTA PARADISO

Ultimamente non riesco molto a dedicarmi a cio' che vorrei, quindi poche cose e semplici, nemmeno la foto è il massimo, ma ci accontentiamo, ci sarà tempo anche per perfezioanre quelle.
Oggi torta paradiso che nasce da una specie di sfida, in senso buono.
Un amico mi dice: mia nonna fa una torta paradiso buonissima, ma proprio soffice, some la merendina della Kinder, bisogna saperla fare , altrimenti non è buona.
Ok allora io penso che:
-non ho mai fatto la torta paradiso, ma da qualche parte avevo trascritto una ricetta,
-non ho mai mangiato nè visto la Kinder paradiso, ma dalle pubblicità si capisce abbastanza,
-bisogna saperla fare?ok, devo provarci pure io.
Questo è il risultato, ora non resta che farla assaggiare all'esperto.

Image and video hosting by TinyPic

La ricetta è di fonte sconosciuta, l'avevo trascritta tempo fa forse dal web, se qualcuno fosse il detentore dei dirittti si faccia pure avanti che linko volentieri.

Ingredienti
70 g di burro
75 g di zucchero
3 uova
60 g di fecola di patate
50 g di farina,
1\2 bustina di vanillina
1\2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di sale
Montare i tuorli con lo zucchero, il burro ammorbidito e il sale, aggiungere il composto agli albumi montati a neve ben ferma mescolando con un cucchiaio dall'alto verso il basso, poi sempre mescolando aggiungere la farina, la fecola, la vanillina e il lievito.
Le dosi sono per uno stampo da 18 cm di diametro, infornare a 170° per 25 minuti circa (i tempi variano a seconda del forno).

domenica 11 ottobre 2009

CROSTATINE ALLA MARMELLATA

Stanchi della solita merenda? bambini, ci pensa Blunotte!
Sembra uno spot televisivo, uno di quelli dai quali cerco di salavguardare mio figlio, perchè la merenda per essere buona dev'essere genuina, ma davvero, quindi solo la mamma puo' preparartela in casa una buona emrenda genuina.
La solita crostata sembra snobbarla, perchè pare essere una cosa da grandi e allora facciamo la stessa cosa, ma in formato ridotto: un successone, in fondo ci vuoel così poco per rendere felice un piccolo duenne (ops ormai sono due anni e 1\2).

Image and video hosting by TinyPic

La ricetta della frolla è ormai la solita, quella di Cinzietta :
-500gr. Farina 00
-250gr. Burro
-1 uovo intero
-200g di zucchero a velo
-1 pz di sale
Aroma a piacere io ho messo la scorza grattugiata di un limone
Metto il burro freddo a pezzetti nel mixer insieme allo zucchero e all’uovo e al pizzico di sale, finchè non è ben amalgamato il tutto.
Spengo, aggiungo la farina in un sol colpo e ri-aziono prima a velocità lenta e via via aumentando fino finchè non ottengo la palla.
A quel punto, spengo, raccolgo e metto a riposare in frigo avvolta in pellicola.

lunedì 5 ottobre 2009

PAN CARRE' ......ricetta delle sorelle SImili

Fare il pan carrè è diventata una necessità, il piccolo duenne mangia pane e marmellata (rigorosamente fatta in casa) solo con il pan carrè, ma chi è come me attento alle etichette quando va a fare la spesa, avrà di sicuro notato che il pan carrè confezionato nel 99% dei casi contiene ALCOL ETILICO, e io dovrei far mangiare a mio figlio un pane con aggiunta di alcol etilico?? NO.
Con questo voglio fare un appello alle persone che hanno per vari motivi non prestano troppa attenzione alle etichette: LEGGIAMO LE ETICHETTE, GLI INGREDIENTI E LE SCADENZE.
Sono sicura che molti di noi se leggesse gli ingredienti di alcuni alimenti, non li comprerebbe piu', magari li comprerebbe lo stesso, ma almeno consapevole di cosa sta comprando.

Image and video hosting by TinyPic

Ingredienti per uno stampo a cassetta quadrato con coperchio di 35x10
750 gr farina 00
30 gr lievito di birra
30 gr burro o strutto morbidi
15 gr sale
380 gr circa di acqua
1 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di malto.
Versare in una ciotola quasi tutta l'acqua, sciogliere il lievito di birra, unite un pugno o due di farina, poi lo zucchero, il sale, il malto e battete. Unire poi il resto della farina e dell'acqua fino ad avere un impasto morbido ma non appiccicoso. Rovesciate sul tavolo, lavorate battendo qualche minuto poi fate un lungo filone, piegatelo a metà e avvicinate le due parti, attorcigliatele fra loro formando una treccia semplice, un torcione che metterete nello stampo leggermente imburrato.Schiacciate la pasta per pareggiarla ed inserire il coperchio, ma non lo chiudete completamente, lasciarlo aperto 1 cm e far lievitare 1 ora. Chiudete completamente il coperchio e cuocete a 200° ventilato per 50 min circa. Quando esce dal forno, togliete il pan carrè dallo stampo e sistematelo sulla grata del forno, in piedi.

venerdì 2 ottobre 2009

CHEESE CAKE ALLA VANIGLIA E MOU

Image and video hosting by TinyPic

Girando per blog trovo questa meraviglia di cheese cake da Morena,me ne innamoro subito, forse la foto, forse la vaniglia negli ingredienti, io me ne sono innamorata e ho pensato: prossima votla che faro' un dolce sarà questo.
Detto fatto, ieri sera mi metto al lavoro con la cheese cake e stamattina con il mou, sono soddisfatta, le mie ospiti piu' o meno improvvise hanno gradito e io....pure! davvero buona.

La ricetta originale è di Camomilla di fior di Frolla, io copio e incollo e in rosso vi metto le mie variazioni
CHEESECAKE ALLA VANIGLIA E SALSA MOU
Ingredienti per uno stampo di 24 cm (io l'ho usato da 22):
PER LA BASE
200 gr di Biscotti Digestive
90 gr di Burro fuso
1 cucciaino di Cannella
PER IL RIPIENO
400 gr di Philadelphia (io ho messo 250g di mascarpone e 240g di Phildelphia)
200 gr di Panna fresca (ne ho messi 250g)
4 cucchiai di Zucchero a Velo
1 Bacello di Vaniglia
3 fogli di gelatina
PER LA SALSA AL MOU

50 gr di Zucchero
200 gr di Panna Fresca
2 cucchiai d'acqua

PREPARAZIONE
Fondere il burro e mescolarlo insieme ai biscotti tritati ed alla Cannella...con questa base foderare il fondo di una tortiera da cm 24 dove sarà stata messa in precedenza della carta da forno..schiacciare bene con un cucchiaio e mettere in frigo a raffreddare..

Montare la Panna e mettere in frigo, mettere in ammollo la gelatina in acqua fredda per circa 10 minuti..nel frattempo lavorare con una frusta il Philadelphia con lo zucchero a Velo e la Vaniglia (nel caso della stecca grattare la polverina interna)..aggiungere la panna montata tenendone da parte un cucchiaio....
scaldare a fuoco basso in un pentolino la panna tenuta da parte e sciogliervi la gelatina, unirla al composto di philadelphia e mescolare velocemente...Versare il tutto sulla base di biscotti e porre in frigo per 3 o 4 ore..

preparare la Salsa al Mou mettendo in una pentola/padella con fondo grosso l'acqua con lo zucchero e far caramellare fino ad ottenere un colore ambrato..attenzione, non troppo scuro altrimenti diventerà amaro...nel frattempo scaldare la panna...una volta raggiunto il colore desiderato allontanare dal fuoco ed aggiungere un pò alla volta la panna facendo molta attenzione agli schizzi, lasciarla sul fuoco finche non si sarà ristretta..(io facevo la prova nel piattino come per le marmellate, quando ho visto che non colava da fredda era pronta, però si vede anche con il cucchiaio)..circa 10-15 minuti..Lasciare raffreddare e versare nel cheesecake rimettere in frigo fino al momento di servire.....
per toglierla dallo stampo passare lungo i bordi un coltellino bagnandolo spesso, sfilare il cerchio e mettere nel piatto da portata facendolo scivolare dalla carta forno..
Anche per fare le fette usare un coltello da bagnare in acqua calda..