mercoledì 29 aprile 2009

PAINTED COOKIES

Oggi ho provato una nuova frolla, nuova per me che ne provo ogni volta una diversa e devo dire che sono molto soddisfatta, la ricetta è di Cinzietta e la copio e incollo da qui.

Ho fatto diverse prove, ho tenuto la pasta in frigo per due ore, l'ho tenuta in freezer per un'ora e in frigo per venti ore, i risultati migliori li ho ottenuti con il frezzer e le 20 ore di frigo, la pasta in cottura non ha ceduto, con lo stesso impasto ci ho fatto anche dei tortini, ma li postero' piu' avanti.

Per ora ci concentriamo sui biscotti, giorni fa ho visto quelli dipinti di Donatella e sono rimasta a bocca aperta, ma vista una cosa così bella e raffinata, così ho pensato: devo provare, visto che con la ghiaccia sono una frana, provo con il pennello e devo dire che, per come era la prima volta che provavo a dipingere, sono molto soddisfatta del risultato, certo tutto da migliorare, pero' già mi piace.



La parte dell'impasto che ho tenuto in frigo due ore l'ho divisa a metà e una parte l'ho colorata con il cacao e l'altra lasciata bianca e ci ho fatto alcune treccine per merenda.


questa la ricetta di Cinzietta della frolla (in rosso le mie modifiche)

Ingredienti:
-500gr. Farina 00
-250gr. Burro
-1 uovo intero
-200g di zucchero (io ho messo quello a velo)
-1 pz di sale
Aroma a piacere io ho messo la scorza grattugiata di un limone


Metto il burro freddo a pezzetti nel kenwood assieme allo zucchero e all’uovo e al pizzico di sale. Aziono a velocità 2 con la frusta a foglia, finchè non è ben amalgamato il tutto.
Spengo, aggiungo la farina in un sol colpo e ri-aziono prima a velocità lenta e via via aumentando fino a 4/5 finchè non ottengo la palla. Io ho messo tutti gli ingredienti insieme e ho azionato il mixer con la lama, quando s'è formata la palla, ho messo in una busta da freezer e ho proceduto come sopra.
A quel punto, spengo, raccolgo e metto a riposare in frigo avvolta in pellicola. Se non mi serve subito la congelo.






martedì 28 aprile 2009

MACCHERONCINI DI KAMUT CON ASPARAGI E TARTUFO



Dopo tanti dolci vi voglio raccontare un primo nato per caso, un sabato di festa con una pioggia deprimente fuori dalla finestra.

Il giorno prima ho trovato dei bellissimi asparagi biologici, qui ci sarebbe da discutere su quanto e fino a che punto il biologico sia biologico davvero e fino ache punto il biologico è meglio del tradizionale, ma ora non ci interessa la polemica, ci interessa un buon piatto di pasta e ho pensato di azzardare l'abbinamento di due sapori molto forti: l'asparago ed il tartufo.

Gli ingredienti sono pochi e semplici:

-un mazzetto di asparagi

-1\2 vasetto di crema al tartufo di Acqualagna

- 200g di maccheroncini di kamut

-a piacere ricotta affumicata grattugiata

Far bollire gli asparagi lasciando le punte fuori (mai bollire anche le punte, sono tenere e si rovinerebbero solamente), dopo 5 minuti scolarli, passarli in acqua fredda, togliere il fondo (circa 3 cm) e tagliare a pezzetto, lasciando le punte intere.

Far rolorare in una padella con dell'olio extravergine di oliva (io uso sempre quello delle colline marchigiane) due spicchi d'aglio, aggiungere gli asparagi tagliati a pezzetti, sale, pepe e far andare a fuoco vivace per circa 5 minuti, togliere l'aglio, aggiungere un po' d'acqua, abbassare il fuoco e continuare a cuocere.

Intanto mettere a bollire l'acqua per la pasta, e mentre la pasta cuoce e l'acqua nella padella con gli asparagi s'è asciugata, aggiungere la salsa di tartufo nella padella.

A questo punto scolare la pasta direttamente nella padella, saltare un minuto e ...buon appetito!

Io ho voluto azzardare grattugiandoci sopra anche un po' di ricotta affumicata (artigianale presa a Bolzano in un negozietto di fiducia), a me è piaciuta, ma forse copre troppo gli altri sapori già forti.

domenica 26 aprile 2009

GELATO ALLE FRAGOLE

Oggi è una brutta giornata di pioggia, avevo in mente una passeggiata all'aperto, pranzo fuori, invece niente di tutto questo. Pero' un bel gelato ce lo mangiamo lo stesso, anche se l'atmosfera non è propriamente qualla desiderata, ma almeno sono sicura che sia genuino e che so cosa c'è dentro.
ingredienti
250 g di fragole (io avevo quelle bio)
succo di 1\2 limone
250 ml di panna fresca
100 ml di latte intero
70 g di zucchero

Frulliamo le fragole insieme allo zucchero e al succo di limone, montiamo la panna e aggiungiamo alla panna il latte e il composto di fragole. Mettiamo nella gelatiera per 25 minuti e questo è il risultato, una magra consolazione per i programmi che avevamo che la pioggia ci ha consretti in casa, ma almeno il palato è stato consolato.

venerdì 24 aprile 2009

CONVERSE SHOE CAKE

Un'altra impresa, questa torta la consideravo proprio un'impresa per la difficolta tipica delle torte 3d che hanno la brutta particolarità di dovere essere preparate tutte all'ultimo, non c'è decorazione che si possa fare prima, così se non viene bene si rifà.
Pero' è successa la cosa piu' bella e piu' importante: ha fatto felice una persona, la festeggiata mi hanno detto che è rimasta a bocca aperta.
Ancora una volta un ringraziamento particoalre va a Beatrice e Donatella per l'aiuto, il sostegno e l'amicizia.











mercoledì 22 aprile 2009

ROTOLO AL SAPORE DI CACAO

E oggi per merenda che si fa? Sempre frutta, yogurt, yougurt, frutta oggi la mamma ti prepara un dolcetto poco grasso.
Ricettina semplice solita del mio roto, quella con 4 uova, 70 g di farina e 70 g di zucchero, per la ricetta clickate qui.

Stavolta pero' ho sperimaentato una nuova farcitura:
un barattolino di latte condensato, 4 cucchai di fecola, 3 cucchiai di cacao amaro; tutto in un pentolino e a fuoco basso per circa 5 minuti mescolando.
Il resto è il solito rotolo, il piccolo duenne ha apprezzato e anche suo papà.


La foto è com'è, si commenta da sola purtroppo, ma la mia piccola digitale mi sta già abbandonando dopo tantissime foto e qualche anno di vita, non mi ascolta quasi piu'.

lunedì 20 aprile 2009

SEVEN DWARFS CAKE

Preparatevi perchè vi annoiero', sì vi annoiero' con tante , forse troppe foto.
Ma questa torta mi rende orgogliosa, sembrero' anche presuntuosa, ma stavolta sono felice del mio lavoro, delle mie tante ore di lavoro, sono felice, soddisfatta e voglio condividere tutto con voi.
Questa torta è il frutto di tanto amore, tanta passione, ma solo una cosa fatta col cuore puo' riuscire davvero bene, solo una cosa fatta per amore, per amore del nostro piccolo grande bambino, lui che sa darci la felicità, lui che sa farci ridere e sorridere, lui che ci regala ogni giorno un mondo pieno di gioia, sembra quasi di vivere in un mondo ovattatto, un mondo in cui tutto è bello, rosa e felice, ma lui nel suo piccolo (si fa per dire) corpicino racchiude tanto amore, quell'AMORE che non si spiega, non si racconta, si legge solo negli occhi , nei suoi , nei nostri, negli occhi di chi lo incontra e di chi lo ama.


A febbraio inizio a pensare alla torta per la festina del suo secondo compleanno, vado a Verona a vedere la sfilata dei carri e ho un'illuminazione, voglio fare la torta di Kung fu Panda.
Inizio a pensare a come farla, chiedo consigli alla mia amica Donatella , ma ad un certo punto inizio a pensare che il mio piccolino non è un tipo da kung fu panda, quella torta mi sarebbe piaciuto farla, ma non era adatta a lui così tenero e dolce. Così raccontando a Donatella che il mio piccolino sa i nomi dei nani, ma si ostina a chiamare Brontolo TONTOLO, lei mi dice: perchè non fai la torta con i 7 nani?
SIIIIIIIIIIII
mi ha subito convinta e così ho provato, ho iniziato facendo dotto, ci ho impiegato tanto, poi man mano un nano al giorno e gli ultimi 3 li ho fatti in una giornata.
A questo punto dovevo fare tutto il resto e ringrazio ancora una volta Donatella per avermi aiutata con gli spunti e le idee e per avermi criticata sinceramente quando è stato necessario, grazie amica mia.
Ringrazio anche tutti quelli che hanno voluto passare qualche ora con noi per festeggiare il nostro piu' grande tesoro.
Ma ora basta, troppo sdolcinato questo post e non è da me, quindi godetevi (se vi va) tutte le prossime foto.


PISOLO


MAMMOLO E EOLO


GONGOLO E IL SUO CESTINO DI FRAGOLE



EOLO E BRONTOLO




DOTTO




BRONTOLO



CUCCIOLO








Abbiamo fatto insieme un aperitivo e tra vari tramezzini, pizzette ptatine, macedonia e tiramisu' ai frutti di bosco ho fatto anche questi muffin in tema con la festina.











IL RIPRISTINO DI WINNIE POOH

Onore al merito, metto un post per una torta che avevo già postato, ma stavolta con una foto decente e vi racconto come:
ieri sera Blunight viene a letto con il portatile ed io che morivo di sonno ho brontolato un po', mi sono girata dall'altra parte e mi sono messa a dormire.
Dopo un po' mi sveglia e mi dice: è questa la foto che avevi cancellato? Io apro un occhio, guardo e scatto in piedi , i miei occchi si fanno a forma di cuore SIIIIIIIIIIIIIIII
ha ripristinato le foto che avevo cancellato, ne ga ripristinate solo due, ma sono stata così felice.
GRAZIE BLUNIGHT, questo post è tutto per te.



Onore al merito

venerdì 17 aprile 2009

WINNIE POOH AND FRIENDS CAKE

Ancora qui a scusarmi per il tempo che non dedico al mio blog e ai vostri blog, do una sbirciatina un po' a tutti e non commento , ma ci sono , sono qui e anche voi con il soltio affetto.
Sono molto presa per i preparativi di una torta, la piu' importante dell'anno, quella per il mio piccolo grande adorabile tesoro, intanto pero' questa è un'anteprima del suo secondo compleanno, winnie pooh e i suoi amici per festeggiare con i nonni.





E winnie pooh con una tortina per festeggiare al nido.
Chiedo scusa per l'orrenda foto, che nemmeno rende bene l'idea dei colori, ma putroppo per un errore ho cancellato le foto che avevo fatto la mattina con la luce del sole, peccato.
Non è molto elaborata, ma al nido è piaciuta a tutti e questa è la cosa importante, perchè è un modo per dire GRAZIE a quelle meravigliose persone che ogni giorno si occupano del mio tesoro piu' grande, a quelle persone che lo cambiano, lo coccolano, lo amano da quasi un anno e 1\2.
Grazie di cuore per l'amore che mettete in quello che sembrerebbe essere un lavoro, ma è un modo per farmi stare tranquilla quando lascio il mio grande amore in mano vostra.





giovedì 16 aprile 2009

UN CANESTRO..........DI FRAGOLE

Buon compleanno Letizia, e per te una torta preparata a 4 mani.


Mia mamma ha preparato il pan di spagna, la crema pasticcera in cui ha tuffato tanti pezzettini di fragole e io ho decorato con panna montata e fragole.

Vi chiedo scusa per la mia assenza e latitanza, ho letto tutti i vostri commenti, sono presissima in questi giorni da tante, troppe cose e se non vengo a salutarvi nei vostri bellissimi blog è solo èer mancanza di tempo, ma il mio affetto rimane e ringrazio voi per l'affetto che mi dimostrate venendomi a trovare qui, le mie quasi 10.000 visite dimostrano che mi volete bene anche se a volte non riesco a star dietro al blog come vorrei.

lunedì 6 aprile 2009

TIRAMISU' AL LIMONE ...e web-amicizia

Ieri verso mezzogiorno ricevo una telefonata, era la mia web-amica Ivonne, chi avrebbe mai immaginato che ce l'avevo a due passi da casa.....voleva visitare la città, ma prima s'è fermata a mangiare in una trattoria che le ho consigliato io.
Io ho raggiunto lei e suo marito per il caffè, appena l'ho vista ho capito subito che era lei, anche se non avevo mai visto una sua foto e me la immaginavo completamente diversa.
Lei bellissima persona, solare, allegra, semplice e sofisticata allo stesso tempo, proprio come trapelava dalla rete, sì lei, bellissima persona e bellissima coppia con suo marito, belli, allegri, solari, mi sembrava di conoscerli da una vita, non solo lei con cui comunque ho comunicato tanto, ma pure suo marito, pure lui mi sembrava di conoscere da una vita.
Ora non mi dilungo oltre a raccontare le belle sensazioni, perchè penso a chi stanotte ha vissuto delle tragedie e anche ai miei familiari e ai miei amici che si sono svegliati nel cuore della notte con la stessa brutta sensazione che sveglio' me quella notte di settembre del 1997.

Ora passiamo al mio tiramisu':
ingredienti
pavesini
500 ml di panna da montare,
500g di mascarpone,
5 tuorli d'uovo,
200 g di zucchero,
3 limoni non trattati.
Facciamo bollire due bicchieri d'acqua con un cucchiaio di zucchero (oltre i 200g) e il succo di un limone; bagnamo i Pavesini con questa bagna quando sarà ben fredda e li adagiamo sul fondo della pirofila.
ora prepariamo la crema:
con la frusta a mano sbattimao i tuotli con lo zucchero, poi aggiungiamo il mascarpone, il succo di due limoni (anche uno, dipende dai gusti) e la buccia grattugiata di un limone.
Montiamo la panna ben soda e amalgamiamo al composto di zucchero, uova e mascarpone mescolando piano con un cucchiaio.
Mettiamo il composto sopra i pavesini e lasciamo in frigo per almeno un paio d'ore, se vogliamo possiamo decorare con alcune fettine sottili di limone e a piacere con un po' di buccia di limone grattugiata.

mercoledì 1 aprile 2009

TORTA ALLE FRAGOLE

Forse non sembrerebbe, ma questa è una torta "riciclo", sì perchè mi ha permesso di riciclare del pan di spagna e della crema chantilly, che altrimenti avrei aspettato un paio di giorni per poi buttarli....a parte il pan di spagna che forse lo avrei congelato.
Dalla torta golf è acanzato del pan di spagna perchè la torta dopra era troppo larga e sproporzionata, qundi ho dovuto tagliare tutto intorno,poi è avanzata della chantilly e siccome avevo comprato una cassetta di fragole, ho ben pensato di usarle per una bella tortina.


Ho rivestito uno stampo da plum cake con pellicola trasparente, ho messo delle fragole tagliate tutte intorno allo stampo, poi ho messo uno strato di pan di spagna, ho bagnato con latte e uno strato di crema (la cui ricetta ho scritto sotto), altro strato di pan di spagna, sempre bagnato con il latte e ho lascaito da parte un po' di crema per la parte finale.
Ho messo tutto in frigo per un paio d'ore, poi ho sformato in un piatto e sopra ho spalmato la crema rimasta, ho decorato con altre fragole e ho rimesso di nuovo in frigo.
Alla fine il successo è stato grande per essere una "torta riciclo".
Questa è la crema che parte dalla pasticcera di Paoletta
Ingredienti:
400 ml di panna fresca
600 ml di latte fresco
1 baccello di vaniglia
4 uova intere
80 gr. di farina
300 gr. di zucchero
1 pizzico di sale
Procedimento:
Metto in un pentolino il latte, la panna e il baccello di vaniglia aperto e porto quasi a bollore.Nel frattempo in un altro pentolino sbatto bene le uova con lo zucchero e il pizzico di sale. Aggiungo la farina setacciata e mescolo ancora un po', poi aggiungo il latte tutto di un colpo versandolo da un passino a maglie fitte.Metto a fuoco bassissimo mescolando sempre con una frusta a mano. In 3' circa la crema è pronta.
A questa crema ho aggiunto panna montata per ottenere la chantilly, 1\2 di pasticcera e 2\3 di panna montata ben soda, siccome pero' era solo cio' che mi era avanzato dalla torta golf non era abbastanza e ho aggiunto una confezione di mascarpone.