lunedì 26 ottobre 2009

CIAMBELLE COL MOSTO DELLA MIA MAMMA

Image and video hosting by TinyPic


Le ciambelle col mosto evocano nella mia mente tanti bei ricordi di autunno, la vendemmia, il vino, il profumo del mosto e il forno a legna acceso e riempito con queste ciambelle all' uvetta, all'anice e senza niente per me che non amo nè anice nè uveta.

Io mi sono accontentata di schiacciare un po' d'uva e di lasciarla fermentare per una mezz'oretta, ma sono riuscita a percepire gli stessi profumi di casa di mia madre e questo è l'importante

... e purtroppo mi sono anche dovuta accontentare del forno elettrico, pero' so che lo stesso giorno mia madre le stava facendo nel forno a legna e me ne ha congelate un po' che mangero' nei prossimi giorni.

Questa è la ricetta che ho copiato dal quaderno di mia madre, che a sua colta copio' dal quaderno di mia nonna, proprio l'altro giorno pensavo al quaderno di mia nonna, chissà se esisterà ancora? Chissà se mia zia lo guarderà ogni tanto? Chissà............dovrei chiedere notizie..


3 kg di farina

3 uova

600 g di olio d'oliva

700 g di zucchero

400 g di lievito di birra

900 g di mosto

Io ho ovviamente trasformato tutto alla portata del mio forno, quindi:

500 g di farina, 1 uovo,

100 g di olio d'oliva,
116 g di zucchero,

66 g di lievito (io ho voluto fare la prova e ci sono riuscita, ne ho messi 40g ed è lievitato benissimo l'impasto ),

150 g di mosto

L'esecuzione sul quaderno di mia madre non c'è, perchè si da tutto per scontato, ma si fa così:

impastare tutti gli ingredienti insieme, sciogliendo il lievito nell'olio leggermente intiepidito, formare una palla e mettere a lievitare fino al raddoppio , di solito un paio d'ore, io con meno lievito l'ho lasciato comunque due ore, ma nel forno che avevo riscaldato a 30 gradi.

A questo punto se si decide di emttere l'uvetta o gli anici (precedentemente ammollati) si aggiungono all'impasto.

Formare le ciambelle con il buco (che poi puntualmente con la lievitazione si chiuderà) e lascair lievitar eancora fino al raddoppio, infornare per 25 minuti a 200g in forno ventilato, o comunque finchè non divenmtano dorate.

Con questa ricetta finalemnte riesco a partecipare al giochino che Paoletta ha organizzato sul suo blog, era da un po' che ci pensavo, ma non riuscivo mai a trovare il tempo per realizzare queste meravigliose ciambelle.

8 commenti:

  1. ma sei un MITO, mica ci avevo mai pensato a 'creare il mosto'.
    SOno però bravissima a creare mostRi!

    <3!

    RispondiElimina
  2. buonissimi tamara davvero una ricetta originale e golosa!!bacioni imma

    RispondiElimina
  3. Ricetta golosa e deliziosa...poi è della mamma!!

    RispondiElimina
  4. saresti così gentile da dirmi come hai fatto il mosto?hai solo fermentato per mezz'ora il succo dell'uva o lo hai lavorato??
    comunque,quoto l'anice...trooopo buono!!
    grazie e complimenti

    RispondiElimina
  5. sì Dauly solo fermentato per 1/2 ora, ho schiacciato l'uva come vedi sulla foto.Non è proprio mosto , ma le cimabelle hanno un sapore d'uva cmq forte

    RispondiElimina
  6. Grazie ricetta ottimaaaaa ..
    Io ho messo anche la glassa ♡♡♥♥♥

    RispondiElimina