domenica 28 dicembre 2008

BABBO NATALE

Babbo Natale è passato con un carico di doni, un carico di gioia e felicità, spero abbia fatto così con tutti.


Ora lascio gli auguri per un Buon anno 2009 a tutti voi che leggerete da parte di tutta la famiglia Blunotte.

lunedì 22 dicembre 2008

PANETTONE E PRESEPE

Visto che da oggi saro' un po' latitante voglio intanto augurare un Buon Natale e tutti coloro che seguono il mio blog, aspettando gli aggiornamenti, a tutti quelli che passano di qui per caso e poi non tornano piu' e a tutti gli amici.
Un augurio che questo piccolo presepe possa portare felicità dove a volte purtroppo manca!

PANCAKE O QUASI

Questa sera in casa Blunotte c'è stata una cena un po'....Fastidiosa, ma tanto, tanto piacevole e per fortuna che la prima uscita a quattro avevamo paura che non avremmo avuto argomenti di cui parlare!

Io inizio a raccontarvela dalla fine, cioè dal dolce, poi nei prossimi giorni se riusciro' postero' anche il menu'.

Io l'ho chiamato pancake questo dolce, ma non sono poi così sicura che sia il nome giusto, perchè di pancake doveva avere la forma, ma alla fine nemmeno quella perchè sembrava uno zuccotto.



Bhe chiamiamolo come ci pare, hanno detto che era molto buono e l'importante è questo.

RICETTA

Non sono altro che delle crepes una sopra l'altra separate da uno strato di crema.

Per le crepes


3 uova,
125 g di farina,
250g di latte,
1 pizzico di sale,
25 g di burro,
25 g di succhero,
la punta di un cucchiano di bicarbonato(per farle gonfiare un po' rispetto alle solite crepes)

Faccio una pastella in una ciotola sbattendo bene con la frusta e le cuocio in una padella, un mestolo di pasta alla volta.



Per la crema
500 g di mascarpone,
100 g di ricotta,
3 cucchiai di zucchero.
Poi ho diviso la crema in due parti, in una ho aggiunto della Nutella home made e l'altra l'ho lasciata così bianca.

La composizione è stata molto facile:

una crepe
una spalmata di crema al cioccolato
una crepe
una spalmata di crema bianca
così fino a finire gli ingredienti, poi sopra per decorare ho messo la crema al cioccolato e ho colorato quella bianca con colorante rosso, ho aggiunto dei confettini di zucchero e ho messo in frigo per far rapprendere un po' la composizione.




E questo è uno dei presenti che mi sono stati portati, oltre a questa stella che ho già appeso all'albero, un sale aromatizzato al rosmarino, fatto da un'associazione di volontari per aiutare persone piu' sfortunate di noi e io ho gradito molto perchè sono particolarmente sensibile a queste iniziative.
GRAZIE!!!

venerdì 19 dicembre 2008

MERRY CHRISTMAS

Dietro quei disegni di Winnie pooh e dei personaggi Disney c'è un asilo e ci sono delle persone meravigliose che si prendono cura del mio piu' grande Tesoro, fanno in modo che non si senta mai solo, che sia felice, che sorrida, lo fanno mangiare se ha fame, lo sopportano se piange fa i capricci e lo coccolano se ha sonno.
A queste belle persone che crescono e guidano il grande Tesoro noi vogliamo dire GRAZIE, lo so che un semplice grazie è niente e so anche che queste persone sono pagate per fare quello che fanno, ma lo fanno egregiamente perchè il mio Tesoro torna sempre col sorriso!!

Con questa tortina la famiglia Blunotte augura un felice e sereno Natale anche a tutti quelli che leggeranno, con l'augurio che questo Natale possa realizzare i sogni di tutti, ma soprattutto
i sogni dei bambini nel mondo per cui giocare è un lusso,
i sogni delle persone che hanno tanto amore da donare ad un bimbo e aspettano che il Signore gli faccia questo dono,
i sogni di quelle persone che soffrono e lottano contro malattie assurde
i sogni di chi vorrebbe un lavoro senza il quale non puo' garantire un futuro ai propri figli.
Quindi una preghiera perchè con il Natale il piccolo Gesu' faccia realizzare alle persone che conosco i loro sogni piu' importanti e perchè no, anche il mio sogno, quello grande grande della famiglia Blunotte!

lunedì 15 dicembre 2008

TORTA ANNI '70

Se una signora che compie..........piu' di 60 anni ti chiede se per il suo compleanno le fai una torta bianca e nera juventina, io cosa faccio?
NOOOOOOOOOOOOOOO
Non mi pare per nulla adatta ad una signora una torta del genere e allora ho interpretato a modo mio il bianco e il nero.
Mia mamma mi ha detto che le ricorda i suoi anni '70 (da lì il nome) e la destinataria ha apprezzato nonostante non fosse una torta juventina come la desiderava.


domenica 14 dicembre 2008

TORTA FATTORIA

Auguri babbo,
buon compleanno a mio padre che avrebbe apprezzato anche il piu' semplice dei ciambelloni bruciati, ma si è meritato una torta tutta dedicata a lui ...


Stavolta è venuta meglio la foto fatta con il telefono che quella con macchina fotografica!




E visto che mia mamma i genitori (che adoravano anche mio papà) li ha persi entrambi distrutti e consumati da questa orribile malattia , vi ricordo che con poco possiamo fare qualcosa per aiutare la ricerca così

lunedì 8 dicembre 2008

TORTA UOMO RAGNO

E' stato un lavoro lungo , difficile e complicato, forse perchè non ho molta dimistichezza con le figure umane, forse perchè nona vevo idea di come fosse fatto l'uomo ragno, ma ho passato una mattinata intera a provare finchè sono andata al Toys a comprarmi un uomo ragno, un pupetto dal quale copiare, il risultato non ha nulla che vedere con il pupetto originale, ma per quanto è stato difficile, anche se non è perfetto, sono soddisfatta.
Il resto della torta è un po' scopiazzato, dalla sempre gentilissima Beatrice


sabato 6 dicembre 2008

MARMELLATA DI ARANCE....ANCORA NATALE

A Natale mi piace fare un piccolo pensiero a tutti quelli che mi sono vicini, solo per un grazie e a qualcuno arriverà un vasetto di marlellata di arance o un sacchetto di cantucci.


Facendo questa marmellata mi sono anche commossa, mi sono tornati in mente tanti ricordi: il periodo vissuto in Inghilterra, le colazioni che mi preparava Aundrey, quando avevo tanti sogni, tante idee per il mio futuro, mi immaginavo, mi pensavo, mi sognavo soddisfatta e realizzata nel lavoro e nella vita privata, non immaginavo di sicuro di trovarmi disoccupata, anzi licenziata perchè il mio lavoro era quello di cui si poteva fare prima a meno, pero' la famiglia che immaginavo in quel periodo ce l'ho, anzi l'ho costruita migliore di quella che immaginavo e che pensavo avrei avuto e per questa meravigliosa famiglia faccio tutto questo.

Ho comprato 4 kg di arance non trattate, le ho bucherellate, così dicono perdano il sapore troppo amaro, ma andrebbero tenute a bagno per 2 o 3 giorni, invece io le ho messe a bagno per un'oretta perchè il buono della marmellata di arance è proprio quel gusto un po' amaro.

A questo punto ho sbucciato le arance facendo attenzione a togliere anche la parte bianca, le ho tagliate a pezzettini e le ho messe in una pentola, erano 3,2 kg di frutta e ho aggiunto 1,7 kg di zucchero.
Prima di accendere il fuoco pero' ci ho messo quello che ricordavo dalla marmellata fatta dalla signora Aundrey, le bucce delle arance tagliate sottilissime, quindi ho preso le bucce di 3 arance , ho tolto il bianco con il coltello come se sfilettassi un pesce e le ho tagliate a strisce sottili sottili.
Le ho messe in pentola e ho acceso il fuoco, appena bolliva ho cominciato a mescolare e così per un'ora, finchè la marmellata messa su un piatto freddo diventava abbastanza solida.
Ho invasato la marmellata così bollente, ho capovolto i barattoli e li ho lasciati così tutta la notte.

Stasera ho comprato questa stoffa e l'ho confezionata, ora è pronta da regalare e i destinatari che stanno leggendo sono pregati di fingersi sorpresi alla consegna del presente.

Altri invece riceveranno un sacchettino di cantucci.






mercoledì 3 dicembre 2008

PANETTONE

Lo scorso anno girando e girovagando per il web ho trovato una ricetta per un panettone fatto con la macchina del pane, io non avendola ancora ho adattato la ricetta alle mie esigenze di stampo per panettone e l'ottimo risultato ottenuto è stato questo:
Il bello di questa ricetta è proprio la semplicità sia negli ingredienti che nel procedimento e rimane bello fragrante per 3 giorni.
Puo' sembrare poco dolce vista la bassa quantità di zucchero, ma poi uvetta, canditi o gocce di cioccolato rendono tutto molto gustoso.



170g latte,

50g burro ammorbidito,
2 tuorli d'uovo,
80g zucchero,
170g farina 00,
170g manitoba,
1 cucchiaino di sale,
1cubetto di lievito di birra,
1 fialetta aroma limone o arancia,
50g uvetta,
50g canditi
o in alternativa gocce di cioccolato.

Impastare tutti gli ingredienti,sì proprio così tutti gli ingredienti insieme, fontana di farina sulla tavola e dentro tutto, tranne il cioccolato o i canditi e l'uvetta, far lievitare per piu' di un'ora fino al raddopio dell'impasto, se viene molle non vi preoccupate, è giusto così. Poi aggiungere le gocce di cioccolato, mettere nello stampo imburrato e far lievitare ancora per piu' di un'ora, poi infornare a forno non troppo caldo (cosi' continua la lievitazione per i primi minuti) a 180° per circa un'ora.Quando è cotto si vede perchè sopra diventa scuro come quelli che si comprano.


Il mio stampo è lo stesso che uso per la Crescia di Pasqua (in alluminio alto cm.11 e con un diametro di cm.20), ma si possono usare anche quelli usa e getta da panettone che costano poco e ci permettono di presentarlo in maniera carina per regalarlo.



Così li ho regalati, ricoperti di cioccolato e decorati con stelline di zucchero.




Ovviamente possiamo anche mettere tutti gli ingredienti nella macchina del pane, nel solito ordine: sotto i liquidi , poi le farine e facendo dei buchi nella farina gli altri ingredienti in modo che non si tocchino tra loro, il risultato è questo, stavolta pero' invece che con poca fatica con zero fatica.

programma basic crosta media



martedì 2 dicembre 2008

CALENDARIO DELL'AVVENTO PIU' BISCOTTINI ALLA CANNELLA

Ieri il mio blog ha assunto delle sembianze un po' natalizie perchè io inizio a pensare al Natale dal primo giorno dell'Avvento e quest'anno avendo un po' di tempo da dedicare a queste cose ho realizzato per il mio piccolino un calendario dell'Avvento tutto fatto a mano, in ogni sacchetto c'è un biscottino diverso, ma non quelli che ho fatto io perchè non sarebbero durati 25 giorni, quindi ho dovuto ripiegare su qualcosa di confezionato.





Questi sono i sacchetti in particolare!







E ora vi lascio una ricettina di biscotti alla cannella da fare con la sparabiscotti:
sono partita da una ricetta che avevo preso lo scorso anno sul web, non ricordo dove però, so che era la frolla di Babete, poi pero' ho modificato e adattato ai miei gusti e questo è il risultato:
250g di burro,
150g di zucchero a velo,
540g di farina,
2 uova,
un pizzico di sale,
cannella in polvere (io ho polverizzato i bastoncini che ho preso in Tunisia)
Mettiamo nel mixer la farina, lo zucchero e il burro tagliato a pezzetti, quando tutto è amalgamato aggiungiamo gli altri ingredienti, facciamo amalgamare ancora e la pasta è pronta, io l'ho divisa a metà e in una parte ho aggiunto del cacao.
Infornati a 180° per circa 10 minuti in forno ventilato sono buonissimi (molto peor' dipende dal tipo di forno).