lunedì 28 aprile 2008

DELIZIE AL LIMONE




Girando e girovagando sul web in cerca di idee nuove, trovo le delizie al limone, e cosa sono? bo, cerco ancora e vedo che è un dolce tipico della costiera amalfitana, forse proprio perchè si usa il limoncello e il limone e la costiera amalfitana è ricca di lomoni dal sapore unico.
Poi una sera a cena in una pizzeria napoletana come dolce mi propongono le delizie al limone e da lì inizia un vero e proprio amore.
Pero' ovviamente le ho rivisitate a modo mio, come al solito, poi non le chiameremo delizie al limone, anche perchè forse qualche salernitano potrebbe fare un bel salto all'indietro.


Ho iniziato facendo i piccoli pan di spagna negli stampini di alluminio usa e getta, impasto con 3 uova, 7 stampini.
Li ho riempiti per due terzi, come si fa con gli stampini per i muffin.
Messi in forno a 180° non ventilato per 20 minuti.


Sono usciti così


Nel frattempo ho iniziato a fare la crema e qui tutto personalizzato e niente a che vedere con le VERE delizie al limone.
La crema è quella senza uova della mia amica Marjlet , finalmente sono riuscita a farla.
L'ho divisa in due parti (la dose con un litro di latte), una l'ho semplicemente aromatizzata con del succo di limone e nell'altra ho aggiunto un bichcierino di limonconcello e 250 ml di panna fresca (non montata).
Adesso tocca ai mini pan di spagna: ho tagliato il fondo e ne ho scavato l'interno (con il quale abbiamo poi fatto colazionestamattina)
Ho bagnato con una bagna semplicissima: 1\2 l d'acqua e un cucchiaio di zucchero portati ad ebollizione, appena raffreddato ho aggiunto un cucchiaio di limoncello.



Poi ho riempito con la prima crema, quella con solo succo di limone.Ho richiuso e capovolto.



Ho disposto tutti i mini pan di spagna ripieni su un piatto e sopra ho fatto colare la seconda crema che ha la consistenza di una besciamella.
Ho decorato con alcune fettine di limone, ho tenuto in frigo per un pomeriggio.E questo è il risultato la sera.
Anche se non possiamo chiamarle delizie al limone, erano comuque buonissime.









domenica 27 aprile 2008

SALAME DI CIOCCOLATO AL COCCO

Partiamo dal presupposto che a me non piace il cioccolato ( a parte le barrette kinder con tanto latte), quindi nemmeno tutto ciò che è fatto con cacao.
A questo punto devo trovare una variante per il salame di cioccolato, anche se alla fine è lo stesso al cacao, ha lo stesso il sapore di cioccolato e a me non piace, ma almeno ho creato una variante tutta mia e chi l'ha mangiato ha pprezzato molto la variante cocco.



Biscotti frollini al cocco 700 g , li mettiamo in una casseruola e li bagnamo con latte (se si sciolgono troppo aggiungiamo altri frollini qualunque).
A questo punto a parte sbattiamo 2 albumi d'uovo, aggiungiamo 12 cucchiai di zucchero, i tuorli, 6 cucchiai di cacao amaro, 1 hg di burro fuso e versare tutto nel recipiente dei biscotti.
Questa è la ricetta originale di mia mamma, ma io ho aggiunto anche 100 g di cioccolato al latte sciolto al microonde.

Mescoliamo bene e formiamo un salame sopra un foglio di carta stagnola, cospargiamo sopra di farina di cocco, avvolgiamo con la carta e mettere in freezer.

Al momento di servire ho spolverato sopra le fette altra farina di cocco.

Sono rimasti tutti a bocca aperta dalla bonta di questo dolce, adatto anche ai bamini perchè i biscotti sono bagnati con solo latte.

sabato 26 aprile 2008

IL MIO VIAGGIO

A volte sogno un viaggio, a volte lo faccio realmente, ma tutte le sere prima di addormntarmi, quel viaggio è nella mia testa e nei miei sogni spero che non ci sia un ritorno, spero e prego tutte le sere che questo viaggio per una volta sia una sola andata...

Poi c'è la luce nei miei occhi, quella luce che solo loro sanno accendere e che nessuno puo' nemmeno affievolire e allora il viaggio si fa dolce anche se il ritorno è sempre amaro.



giovedì 24 aprile 2008

GNOCCHI CON GLI SPINACI

Stasera cena uguale per tutti , anche per i piccoli unenni...
gnocchi fatti con
uguale dose di patate e uguale dose di farina biologica di grano duro, bolliti in acqua legegrmente salata e conditi con spinaci frullati e grana grattugiato.
Semplici e molto buoni, visto che non ne è avanzato nemmeno uno.

UN PREMIO


E SI, HO RICEVUTO QUESTO PREMIO DA BEN DUE BLOGGHINE
DA ELISA CON QUESTA MOTIVAZIONE:
Blunottelive, della mia ex compagna di pancia su Alf e ora mamma come me di un piccoletto di 1 anno... Per la grinta e la passione con cui affronta le sfide in cucina e (cosi' penso di lei) nella vita.
E DA PICCIPOTTA CON QUESTA MOTIVAZIONE:
a blunotte:perchè in ogni singolo post metti tutto l'amore che hai dentro..

domenica 20 aprile 2008

BUFFET PRIMO COMPLEANNO

Tanto lavoro, tanta fatica, ma ne è valsa la pena, una settimana di lavoro.

Non ho nemmeno fotografato tutto dalla stanchezza, comunque c'era:
x 20 persone

SALATO:

35 Panini al latte farciti con affettati misti, salatini di pasta sfoglia con cotto e emmenthal (2 sfoglie di pasta), 2 lastre da forno di danubio al salamino piccante e mozzarella e wurstel e mozzarella, 65 pizzette, una torre di tramzzini con salsa tonnata, 1 kg brioshine di pan brioshe con cotto e fontina, dadini di mortadella, patatine, cornetti al formaggio

DOLCE:
Anguriotti una scatola di latta, torta mars a dadini nei pirottini, 30 Raffaello , grissini ricoperti di cioccolato e con confettini colorati, paninone al latte a forma di 1 farcito con Nutella, 4 pacchetti pavesini bagnati al caffè e latte con nutella, chiusi a panino e passati nella farina di cocco, salame al cioccolato a forma di 1 e ...........la torta Nemo.

Infine c'era anche la macedonia.
Per i piccolini c'era:
prosciutto cotto
frittatina con solo rosso d'uovo e zucchine al vapore , cotta al forno,
crackers senza sale,
grissini,
macedonia di mele pere e banane


RAFFAELLO:
250g farina di cocco,

250g ricotta,

250g zucchero,

mandorle intere sbucciate.

Amalgamare zucchero e ricotta con la frusta, fino a farne una crema, poi aggiungere la farina di cocco, se l'impasto è troppo duro aggiungere un po di latte.
Formare delle palline, all'interno delle quali di metteremo la mandorla.

Io li ho disposti nei pirottini e si mantengono anche 3 o 4 giorni.






Torta mars tagliata a scachi piccolini e messi negli stessi pirottini dei Raffaello



5 mars,1 cucchiaio di latte200g circa di riso soffiato50g burro
Mettiamo i mars in un pentolino, aggiungiamo un cucchiaio di latte e il burro e facciamo sciogliere mescolando con un cucchiaio di legno che useremo possibilmente solo per i dolci (altrimenti prende altri sapori), quando i mars sono completamente sciolti, aggiungo il riso soffiato e continuiamo a mescolare, quando il riso è completamente amalagamato stendiamo il composto su un vassoio con un bordo di almeno 2 cm, sopra possiamo decorare con confettini colorati.Lasciamo raffreddare pochi minuti in frigo ed è pronto , tagliamo a quadretti e serviamo, si mangia anche con le mani, come un cioccolatino e piace veramente a tutti, grandi e piccini.






PANINI AL LATTE DI ATHENA

fatti in settimana e congelati prima della fine della cottura, quando erano già comunque belli lievitati.


300 gr di farina di manitoba
300gr di farina 00
360 ml di latte
6 cucchiai di olio evo
1/2 di cubetto di lievito di birra(circa 12 gr)
2 cucchiaini di malto, io metto il miele
2 cucchiaini di sale
Nell'impastatrice, sciogliere il lievito nel latte appena tiepido (non superiore ai 30) e il malto. Aggiungere la farina, far andare l'impastatrice sul programma per pane fracese (a me piace crostoso, ma puoi usare anche il programma normale) e dopo un po' aggiungere olio e sale. Lavorare bene l'impasto che deve risultare elastico ed asciutto.
Dopo circa 20 minuti di lavorazione, lasciar la pasta riposare, per circa mezzora. A questo punto, passarla sulla spianatoia infarinata e usando il mattarello, prima stenderla in una striscia lunga e poi cominciare a darle delle pieghe come per la lavorazione della sfoglia. Fate questa operazione per circa 7-8 volte. Alla fine stendete la pasta in un rettangolo largo circa 15cm. Tagliare dodici triangoli e arrotolarli partendo dalla base verso il vertice, come per i croissants. Una volta formato il panino rotolarlo ancora un po' sotto il palmo della mano, in modo da uniformarlo, e poi appoggiarlo su una lastra da forno. Formare tutti i panini (per un forno di normali dimensioni, dovete metterli su due lastre). Farli levare almeno 1 ora. Nel frattempo scaldare il forno a 200 e inserirvi un pentolino d'acqua (deve essere ben caldo). Quando i panini saranno raddoppiati di volume vaporizzarli con dell'acqua e infornarli. Cuocerli sempre a 200 per circa 15', poi abbassare un po' la temperatura (a circa 180) e cuocere altri 5'. Sfornarli e metterli a raffreddare su una gratella coperti con un canovaccio pulito.





BRIOSHINE DI PAN BRIOCHE RIPIENE DI PROSCIUTTO COTTO E FONTINA

la ricetta è delle mitiche sorelle Simili, stesso meccanismo dei panini, tirate via dal forno prima che finissero la cottura e congelate.



INGREDIENTI:
per il lievitino:
150g. di farina di forza
90g. di acqua
30g. di lievito di birra
Impastare bene (a mano o nel ken) e far riposare copeerto per 40/50 minuti, fino al raddoppio

per l'impasto:
350g. di farina di forza
50g. di acqua
100g. di burro morbido
30g. di zucchero
10g. di sale
2 uova
Fare la fontana, al centro mettere l'acqua, lo zucchero e le uova e amalgamare, aggiungere il burro e il sale e impastare, lavorando bene.
Nel ken: acqua, zucchero, uova e burro e mescolare a vel. 2 per un paio di minuti, poi aggiungere la farina e il sale e impastare 5 minuti sempre a vel. 2.

Quando il lievitino è raddoppiato, metterlo sula spianatoia, schiacciarlo e allargarlo bene con le mani, metteteci al centro il secondo impasti, chiudere a pacchetto e iniziare a lavorare e battere finchè non ci saranno più striature bianche e l'impasto sarà diventato omogeneo.
Mettere a lievitare coperto per 1 ora e mezza circa in una ciotola unta di burro.
Una volta lievitata, la nostra pasta di pan brioche è pronta per le varie preparazioni.
Per il classico pan brioche a cassetta: rovesciare l'impasto sulla spianatoia, dividerlo a metà e formare due filoni da mettere in due stampi da plumcake di circa 25x10 (rivestiti di carta forno se non antiaderenti), coprire a campana e lasciare lievitare per 45/50 minuti, fino a quando la cupola il pane uscirà dallo stampo. Pennellare quindi delicatamente con l'uovo intero battuto e cuocere in forno a 200° per 30/40 minuti.








LA MACEDONIA:

mele, pere, kiwi, fragole, banane, ananas, zucchero e succo di limone.





Le pizzette fatte con la ricetta delle sorelle Simili, preparate in settimana e sfornate prima della fine della cottura, poi congelate.

Ingredienti: 500 g di farina, 250 g di acqua, 25 g di lievito, 40 g di burro, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaino di sale.Impastare normalmente tutti gli ingredienti fino a che la pasta risulterà liscia. Mettere a lievitare per circa 50 minuti.Tirare una sfoglia di circa 3 mm di spessore e tagliare a pia cere. Condire con il pomodoro, basilico e un po' d'origano e infornare a 200°.Dopo 5 minuti circa, toglierle dal forno, aggiungere la mozzarella e infornare nuovamente per altri 5 minuti.



Il paninone al latte a forma di Uno farcito con Nutella è fatto con la ricetta di Danabus, anche questo congelato solito metodo.

500 gr. di farina manitoba
75 gr. di burro morbido
1 cubetto di lievito
250 gr. di latte (io uso quello P.S.)
1 pizzico di zucchero
10 gr. di sale
Lasciare lievitare in forno tiepido spento, staccare dall'impasto piccole quantità a cui si darà la forma delle palline.
Metterle in una teglia coperta di carta da forno, lasciare lievitare ancora per un'oretta e cuocere in forno preriscaldato a 180/200 (a seconda del forno)
Far cuocere pochissimo: appwna prendono colore togliere dal forno.




I quadrettini di pasta sfoglia invece sono dei semplicissimi salatini fatti al volo il pomeriggio così:
prendo una pasta sfoglia Buitoni (quelle rotonde) la stendo sulla lastra da forno con la sua carta forno, sopra ci stendo fette di prosciutto cotto e fette di emmenthal, poi prendo un'altra sfoglia, la metto sopra, schiaccio un po e taglio i dadini, poi metto in forno per 15 minuti circa e il gioco è fatto.




Per fare tutto mi sono organizzata così:
durante la settimana ho fatto i biscotti e li ho messi nella scatola di latta, le pizzette e i panini e li ho congelati, il giorno prima ho fatto la spesa di affettati e frutta e ho fatto i pan di spagna per la torta.
La mattina stessa ho chiesto di rimanere sola in casa e mi sono dedicata alle pulizie, prima di pranzo ho farcito le torte e le ho composte, subito dopo pranzo ho preparato la macedonia, poi ho decorato la torta. Alee 16.00 ho tirato fuori tutto dal freezer e ho infornato, tutto sembrava come appena fatto grazie al fatto che ho congelato prima della fine della cottura, nel frattempo ho preparato la torre di tramezzini, ho decorato i grissini col cioccolato e le codette colorate, e ho preparato la tavola, i tovaglioli con le forchette dentro li avevo fatti il giorno prima pero'

TORTA NEMO

.....Un' altra festa , un'altra torta, tutta dedicata al piccolo grande amore della nostra vita.....







Sono 12 uova di pan di spagna, su tre piani, tre torte distinte, una sopra l'altra e qui sotto l'interno:
il pan di spagna è scavato per abbondare con la crema chantilly con pezzetti di fragole e banane.


Un particolare ed affettuso ringraziamento va a Beatrice per il supporto tecnico e morale e a Lidia per aver scattato alcune foto.



venerdì 18 aprile 2008

CREMA PASTICCERA

Lavorando su un'altra importante torta impariamo a fare la crema pasticcera, come la faceva mia nonna, quando preparava tutto e mi diceva di mescolare di continuo con il cucchiaio di legno (magari avesse avuto la frusta nonna) e sempre dallo stesso verso, sì nonna sosteneva che per fare una buona crema bisognasse girare sempre dallo stesso verso.

4 rossi d'uovo, 4 cucchiai di zucchero, 4 cucchiai rasi di farina, 4 bicchieri di latte.In una casseruola con la frusta unire i tuorli con lo zucchero, la farina e mezzo bicchiere di latte, poi mettere la casseruola sul fuoco a fiamma bassa e sempre mescolando aggiungere il resto del latte. Continuare a mescolare fino a raggiungere la consistenza della crema.

lunedì 14 aprile 2008

...... DEDICATO A TE ......










... a te che illumini i nostri sguardi,



a te che colmi di gioia i nostri cuori,



a te che riempi la nostra vita.....












....... l'arca di Noè .......







mercoledì 9 aprile 2008

LASAGNE AI CARCIOFI

Dedicato a chi ha preferito la partita a questa delizia, sarà per la prossima lasagna!
Garantisco che rinnovero' l'invito!
Strati di pasta fresca Aesani (ho provato a non cuocerla in acqua, ho fatto una besciamella piu' liquida e sono venute buonissime), besciamella con carciofi precedentemente cotti in padella tratati finemente e grana

DANUBIO

Una cena diversa, non servono nemmeno le posate per mangiare...serata danubio



La ricetta l'ho presa dal web, ma non ricordo di chi è, sicuramente da un album del forum alfemminile.com, se la "titolare" della ricetta si riconosce, scrivo volentieri il suo nome.



INGREDIENTI
500 g. di farina manitoba
100 g. di latte tiepido(circa)
25 g. di zucchero
mezzo cucchiaio di sale
150 g. di burro
1 uovo
4 tuorli
25 g. di lievito di birra fresco
PER SPENNELLARE
1 uovo, io non ne avevo piu' e ho spennellato con dell' acqua e sopra ho messo semi di papavero

Io ho impastato con la macchina del pane e lì ho fatto lievitare l'impasto con il programma dough

Mescolate la farina con lo zucchero300/zucchero e il sale.
Fate sciogliere il lievito di birra nel latte.
In una ciotola, mettete la farina,fate il buco al centro e aggiungetevi l'uovo e i tuorli,quindi il burro morbido.Mescolate con un cucchiaio,per amalgamare un p di farina.
Aggiungete il latte con il lievito.Se necessario,unite ancora del latte: dovete ottenere un composto morbido ed elastico.
La pasta deve essere lavorata a lungo con le mani,fino a renderla omogenea e liscia.
Resistete dall'aggiungere ancora farina,anche se all'inizio appiccicherà,lavorandola bene con le mani,diventerà liscia e maneggiabile.
Lasciate lievitare la pasta in una ciotola capiente,coperta con pellicola e un telo da cucina , fino a quando raddoppierà di volume(circa 1 ora e mezza).

Prendete la pasta e dividetela in parti da 50 grammi, arrotolate ogni parte tra le mani, ottenendo delle palline.
Appiattite leggermente le palline con le mani,quindi passateci sopra il mattarello.
Al centro di ogni dischetto,ponete il ripieno.

Chiudete il disco,unendo i lati e arrotolando un po' tra le mani, ottenendo così di nuovo le palline.
Disponete le palline in una teglia imburrata del diametro di 26-28cm. : la chiusura delle palline deve essere rivolta verso il basso,in modo che in cottura non si aprano.
Coprite la teglia con un telo da cucina e lasciate lievitare per un'altra ora.
Cuocete in forno già preriscaldato a 180 per 25 minuti.

l'interno:

ripieno di salamino piccante e mozzarella

...grigliata...



La nostra serata grigliata si commenta da sola.......bella cenetta.

....wurstel presi in macelleria a Bolzano e bistecche di maiale nostrano.....

martedì 8 aprile 2008


"Come è nobile chi, col cuore triste, vuol cantare ugualmente un canto felice, tra cuori felici. "
K. Gibran

ROTOLO DI PASTA SFOGLIA



Pasta sfoglia pronta surgelata, ripieno di spinaci frullati (erano bietoline, ma le ho spacciate per spianci così hanno mangiato tutti) un uovo, tanto formaggio grana e alcune fette di speck.
Arrotolato e messo in forno a 160° per quasi mezz'ora.




lunedì 7 aprile 2008

TORTA 7 VASETTI

Il pan di spagna a qualcuno puo' non piacere, qualcuno lo chiama pan di spugna, in effetti è un po asciutto, ma questa è la soluzione per una torta non troppo asciutta, per ora è stata una prova, ma direi che è ben riuscita, grazie a chi me l'ha fatta conoscere e provare.









1vasetto yogurt intero
2 zucchero
2 farina
1 fecola
3 uova(i bianchi montati)
1 olio semi
1 bustina di lievito


PIZZETTE

RICETTA DELLE SORELLE SIMILI (presa da cookaround)
Ingredienti: 500 g di farina, 250 g di acqua, 25 g di lievito, 40 g di burro, 1 cucchiaio di zucchero, 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaino di sale.Impastare normalmente tutti gli ingredienti fino a che la pasta risulterà liscia. Mettere a lievitare per circa 50 minuti.
Tirare una sfoglia di circa 3 mm di spessore e tagliare a piacere. Condire con il pomodoro, basilico e un po' d'origano e infornare a 200°.
Dopo 5 minuti circa, toglierle dal forno, aggiungere la mozzarella e infornare nuovamente per altri 5 minuti.

VI ASSICURO CHE SONO OTTIME

TORTA GELATO

Ringraziamo chi ha portamo questa buonissima torta e .......la pasticceria che l'ha fatta!


mercoledì 2 aprile 2008

..................

" I was once like you are now
And I know that it's not easy
To be calm when you've found
Something going on"
Cat Stevens

martedì 1 aprile 2008

RISO INTEGRALE ZUCCHINE E RICOTTA

Questo è una nuova sezione del blog, in fondo anche i piccini hanno il loro menu' e per loro serve sempre tanta tanta fantasia


Cuociamo il riso in acqua non salata e le zucchine a vapore, oppure possiamo cuocere le zucchine nella stessa acqua del riso.
Mettiamo nel piattino il riso, le zucchine a pezzetti e un po di ricotta

RISOTTO AGLI ASPARAGI

Zero idee per cena ?
Risotto, in questo caso agli asparagi!




Facciamo bollire gli asparagi in una pensola alta e stretta in modo che le punte rimangano fuori per circa 15 minuti, li scoliamo lasciando da parte l'acqua di cottura e li tagliamo a pezzettini.

Ora iniziamo a fare il risotto:
Prendiamo una padella con i bordi abbastanza alti, mettiamo dell'olio extravergine di oliva, cipolla tagliata sottilissima e mettimao sul fuoco , quando la cipolla sarà imbiondita aggiungiamo, gli asparagi, il riso (di solito faccio 100g a testa, poi dipende dall' appetito), facciamo rosolare un pochino girando di continuo e aggiungiamo 1\2 bicchiere di vino, quando il vino sarà evaporato, mettiamo il sale a piacere e cominciamo ad aggiungere a poco a poco l'acqua di cottura degli asparagi calda, fino a cottura del riso.
Appena il riso sarà cotto mantechiamo con una noce di burro e abbondante grana.

una nota sul riso: io ho uso il riso integrale biologico, ma va bene qualunque tipo!

Buonissimo!!!!!!!! anche per chi non ama particolarmente il riso

TORTA TAZZINA

Buon compleanno !!!!!


......le tazzine di cioccolato le ho comprate in pasticceria......